Cronaca

Foggia: Infermiere in rianimazione a causa di un falso negativo al coronavirus

Foggia: Infermiere in rianimazione a causa di un falso negativo al coronavirus.

Un infermiere di 65 anni è finito in rianimazione a causa di un paziente risultato per due volte negativo al tampone, purtroppo solo al terzo tampone è risultato positivo al covid-19.

Per questo motivo il paziente era stato ricoverato nel reparto di medicina interna, contagiando 6 pazienti e alcuni operatori (si attende l’esito dei test che verranno effettuati tra oggi e domani). Tutti gli altri degenti sono stati trasferiti nei reparti di Malattie infettive e Pneumologia. Le attività del reparto sono state ridotte al minimo per le operazioni di sanificazione, e 3 pazienti risultano isolati in 3 stanze differenti.

Adesso si sta cercando di capire quali persone sono venute a stretto contatto con le persone esposte nel reparto dove era presente il paziente risultato negativo al test in un primo momento.

Comments

comments