Scodinzolando

Prendiamo esempio da questo grande senso di civiltà: “Cucce in strada per i cani di quartiere”

Prendiamo esempio da questo grande senso di civiltà: “Cucce in strada per i cani di quartiere”.

C’è chi li rinchiude nei canili, chi li esporta in altri paesi lontani.  Il Comune di Maruggio i randagi ha deciso di accasarli e tenerli nei quartieri dove sono nati, cresciuti e accuditi dai residenti. S’intitola «Un rifugio per ogni zampa» il progetto patrocinato dall’amministrazione maruggese su iniziativa degli animalisti del posto di «Zampettando» e finanziata dall’associazione tedesca che si occupa del sostegno dei cani senza padrone, «Tierfreunde Italiane Ev».

Da ieri nel territorio maruggese sono state distribuite le prime 22 cucce di legno dove andranno ad abitare altrettanti randagi stanziali precedentemente individuati. A raccogliere l’appello dell’organizzazione tedesca che metteva a disposizione tremila euro da donare per attività in favore dei cani, è stata l’attivista animalista del posto, Ines Tripaldi che ha girato la disponibilità all’amministrazione comunale che ha immediatamente reso propria l’iniziativa acquistando le ventidue cucce e mettendo a disposizione il personale per il loro posizionamento nei punti indicati.
Le cucce sono state saldamente ancorate a terra e su ogni cuccia è stato messo un avviso per informare del bene di proprietà del Comune.

Approfondisci sul sito ufficiale della notizia -> QuotidianodiPuglia.it

Comments

comments

Lascia un commento