Eventi

Festa di Sànd’Martìn’2017-XVII Edizione a San Severo

Festa di Sànd’Martìn’2017-XVII Edizione a San Severo.

Al via una delle feste, molto sentite elegate alla tradizione vitivinicola di San Severo: Sànd’Martìn’. Produttori, artisti, soci di consorzi e di associazioni, commercianti, giornalisti, docenti, alunni, esperti di enogastronomia sono i partner che la Daunia Enoica ha coinvolto per la realizzazione della XVII edizione di Sànd’ Martìn’.

“L’associazione culturale ‘intorno al vino’ da diciassette anni custodisce il progetto di Sànd’ Martìn’ con l’intento di trasformare la città di San Severo in un laboratorio di arti e mestieri e di trasferire alla cittadinanza la propria passione per la vitivinicoltura e valorizzare il territorio utilizzando strategie condivise e differenti per raggiungere un pubblico locale e delle vicine città”, ha dichiarato, Tommaso Ciavarella, presidente di Daunia Enoica. Tante le iniziative in programma per i tre giorni della festa Sànd’ Martìn’ venerdì 10, sabato 11 e domenica 12 in collaborazione con numerose associazioni attive sul territorio per condividere le finalità progettuali e facilitare la definizione di un movimento culturale.

“L’obiettivo comune – ha concluso Ciavarella – adottato fin dallo scorso anno, è quello di valorizzare il territorio in sinergia tra pubblico e privato, di attivare e istituzionalizzare azioni sistemiche da riproporre per le prossime edizioni. Definire quindi un processo virtuoso comune che a breve-medio termine possa meglio identificare la città di San Severo e le sue eccellenze materiali e immateriali. Sànd’ Martìn’ è la 2^ festa più importante a San Severo, dopo quella patronale.

C’è bisogno che le istituzioni pubbliche la sostengano in modo concreto, anche perché le nostre risorse sono esigue. Malgrado tutto, ci teniamo alla festa, alla promozione vera del territorio e del turismo”. Per la Consulta delle associazioni di volontariato, così il presidente, Zelinda Rinaldi: “Il tema che andremo a proporre, all’interno della tradizionale festa, sarà quello che guarda all’inclusione sociale ed economica (con lo sguardo principale ai ragazzi), ispirata alla ‘civiltà contadina’.

Intere generazioni, grazie all’agricoltura hanno tratto forza e sostegno da quella che è la vocazione del territorio. Una Civiltà vera, ricca di valori, che non ha mai lasciato indietro (e da solo) nessuno”. Leitmotiv ripreso dal presidente de l’APS “La Strada dei Sapori”, Paki Attanasio: “La valorizzazione del territorio e della sua comunità, resta prioritaria, soprattutto in un evento come questo e per quello che rappresenta pre San Severo (festa seconda solo a quella del Soccorso). Ritengo che sia un’opportunità da cogliere, per un territorio che da oltre più di un secolo è legato alla vitivinicoltura. I prodotti di San Severo si stanno imponendo su tutti i mercati, anche internazionali e bisogna essere più incisivi e attenti a sostenere i produttori, i consumatori e le associazioni”.

Ritorna all’interno della festa come protagonista, il maestro Silvestro Regina: “Ho accettato di buon grado l’invito fattomi da Tommaso Ciavarella e sarà proprio nei Sotterranei di corso Gramsci, che inizierà la festa. Concerti di ieri sera e oggi, con artisti di rilievo. Sarà la nostra interpretazione di Sànd’ Martìn’ (che resta un’espressione ben augurante alla salute della persona, dell’abbondanza, ecc.) intesa come ‘salute’ del territorio. quindi, non solo festa del vino ma, anche, arte, benessere psico-fisico e territorio”. le conclusioni di Silvestro Regina, legata al passato e al futuro della festa:” Il passato di Sànd’ Martìn’ è stato ridimensionato, quasi, a una sagra, perché è stata data poca attenzione agli imprenditori e agli artisti. Ma così non può continuare.

Per il futuro – chiosa il Maestro – va coinvolta tutta la città. Quest’anno saremo a parco Baden Powell (la creatura di Regina, ndr) per creare un percorso virtuoso con i Sotterranei, che vuol dire unire centro e periferia. Vedo un Sànd’ Martìn’ che faccia diventare protagoniste le periferie che, a loro volta, sono legate alle campagne”.

Beniamino PASCALE

 

Chi ha collaborato a Sànd’Martìn’ 2017

Il progetto ha ricevuto il patrocinio dell’Amministrazione comunale, ma c’è l’impegno delle associazioni: Daunia Enoica, Tommaso Ciavarella; Amedeo Renzulli, AIS Delegazione di Foggia; Paki Attanasio, La Strada dei Sapori; Raffaele Florio, Pro Loco di San Severo; Felice Miranda, Valorizziamo San Severo; Alfredo Curtotti, Consorzio per la Valorizzazione e per la Tutela dei Vini DOC San Severo; Michele De Lilla, Foyer ’97 Teatro Cantina; Amalia Antonacci, Touring Club Italiano- Club di San Severo e per l’International Inner Wheel; Raffaele Mazzeo, Confcommercio San Severo; Zelinda Rinaldi, Consulta delle associazioni; Silvestro Regina, Centro ricerca Le Arti.

Comments

comments

Lascia un commento