Cultura

GLI ARCIERI STORICI «Turris Maior» scoccano le loro frecce, oltre le mura cittadine

GLI ARCIERI STORICI « Turris Maior» scoccano le loro frecce, oltre le mura cittadine

Gli Arcieri Storici Turris Maior, dal 29/30 settembre e 1 Ottobre saranno impegnati su più fronti . In questi giorni infatti, quattro degli arcieri di Torremaggiore ( P. DI GENOVA, M.FAIEZA, G.DI PUMPO, G.L.LOMBARDI), prenderà parte ad un evento nazionale a Lignano Sabbiadoro in provincia di Udine dove lo CSAIn, (Centri Sportivi Aziendali Industriali), organizza la Festa dello Sport che vedrà coinvolte tutte le discipline, con le varie associazioni iscritte a questo ente regolarmente riconosciuto dal CONI.

Il resto del gruppo torremaggiorese, si suddividerà in due giorni, 30/09 e 01/10, a Pietrmontecorvino (FG) dove in occasione dell’evento “Le Torri di Capitanata – Invasioni Spettacolari”, si svolgerà “Suoni, Sapori, Colori di Terravecchia”. Ci saranno intrattenimenti di menestrelli, giocolieri, mangia fuoco e non mancherà, nella serata del sabato 30 settembre, nel Giardino Pensile l’esibizione, con giochi di abilità e dimostrazioni di destrezza nel tiro con l’arco, del Gruppo arcieri Storici Turris ggMaior di Torremaggiore.

Anche domenica 1 ottobre, gli arcieri prenderanno parte al corteo storico che sfilerà per le vie del borgo. «Il gruppo Turris Maior è molto presente sul territorio dauno, e non , grazie al costante impegno, alla dedizione e al sacrificio che da sempre lo contraddistingue », come dichiara il presidente Di Genova Pasquale, il quale manifesta orgoglioso di rappresentare, assieme agli arcieri rappresentare la città di Torremaggiore fuori delle mura cittadine. « siamo un gruppo compatto, coeso e dopo quasi vent’anni , conserviamo lo stesso fervore dei primi giorni» – come spiega l ‘arciere Luca LOMBARDI- aggiungendo che, Torremaggiore per quanto possa sembrare una piccola realtà del nord tavoliere è conosciuta oltre che per i suoi prodotti tipici, anche per la sua storia: «Quando spieghiamo , alla gente, chi siamo , il nostro stile e come mai l’arcieria medievale è a Torremaggiore, alla sola parola di Federico II di Svevia, ci anticipano sulla maestosità dell’imperatore. Quando la gente ti guarda e ti applaude per le esibizioni che proponiamo, non puoi solo che essere orgoglioso di ciò che rappresenti» – conclude LOMBARDI.

Maria Rosaria d ‘Errico

Comments

comments

Lascia un commento