Attualità Scodinzolando

“Morta cercando di Salvare il suo Cane”: Un rifugio per cani a nome di Dalila Iafelice

Un rifugio per cani a nome di Dalila Iafelice. 

TERNI – “L’associazione Earth Umbria scriverà al Presidente della Repubblica” questo è quanto affermano il presidente Niccolò Francesconi ed il vicepresidente Alessio Zenone “per richiedere una onorificenza per il gesto della giovane ragazza che ha sacrificato la sua vita per salvare il suo cane”.

Chi è Dalila Iafelice? una ragazza che ha sempre lottato per la salvaguardia degli animali e dei cani in particolare, questo ci è stato raccontato dalla sorella della ragazza che in sua memoria vuole continuare a battersi per la tutela e la salvaguardia degli animali contro qualsiasi forma di maltrattamento.

L’associazione Earth Umbria chiede un intervento di tutte le associazioni animalistiche nazionali proprio per innalzare Dalila ad esempio verso chi abbandona e maltratta gli animali, facendo in modo che il suo gesto  venga sottoposto anche agli organi politici per proporre un incremento delle pene verso i reati contro gli animali, che ormai sono sempre più presenti nella vita di molte famiglie.

Spesso si legge di cani addestrati che salvano uomini, come in caso di terremoto, di soccorsi in mare ed i tante altre occasioni, questa volta, come molte altre, una ragazza per amore verso il suo cane ha sacrificato la sua vita.

Dopo la telefonata con la sorella Noemi abbiamo notato come nonostante questo forte dramma c’è voglia di non abbandonare il cammino di Dalila per la lotta alla salvaguardia degli animali ma di andare avanti proprio in difesa di questi ultimi.

“Molti” ci ha raccontato Noemi “possono scrivere che mia sorella non doveva farlo, non doveva lanciarsi per la difesa di un cane, ma come si fa a prevenire certe cose? Se un bimbo, un genitore, una sorella o chiunque altro si trovano in situazioni di pericolo si rischia la vita per salvarli? Forse per qualcuno un cane non rappresenta un membro della famiglia ma per Dalila sicuramente sì”.

E’ facile giudicare ma le situazioni molte volte ti mettono di fronte a scelte difficili ed imprevedibili che in questo caso sono costate la vita a questa giovane ragazza.

L’associazione Earth Umbria richiede quindi un riconoscimento di un onorificenza al valor civile che premi questo gesto proprio a virtù di tutti i casi di maltrattamento come l’ultimo accaduto a Terni.

Per questo si richiede al Sindaco di San Severo che venga data la disponibilità ai familiari della ragazza di aprire un rifugio per cani nella propria città in memoria di Dalila. Un gesto che non riporterà in vita la ragazza ma sicuramente farà rimanere sempre acceso il suo ricordo.

Il Presidente

Dott. Niccolò Francesconi

Fonte: http://www.umbrialeft.it/notizie/terni-rifugio-cani-nome-dalila-iafelice

Comments

comments

Lascia un commento